Archivio lotte obbligatorie

 

Attività lotta biologica 2013

 Nel 2013, all’inizio di maggio sono stati effettuati rilasci gratuiti (finanziamenti del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e della Regione Emilia-Romagna) in 10 località: Ariolla (Neviano degli Arduini) in collaborazione con il Consorzio del Monte Fuso, Casarola (Monchio delle Corti) in collaborazione del Consorzio Forestale Val Cedra e Val Parma, Valbona (Berceto), Baselica e Valdena (Borgotaro), Ravezza (Tornolo), Tomba (Bedonia), Pieve di Gravago (Bardi), Tosca (Varsi) e Bore in collaborazione con il Consorzio Castanicoltori Appennino Parma Ovest. Inoltre, quest’ultimo Consorzio e il Consorzio Monte Fuso hanno provveduto ad acquistare, con propri finanziamenti, gli insetti presso una Società torinese per poter poi effettuare i rilasci in alcuni castagneti selezionati nel territorio di loro competenza. In definitiva, grazie al contributo non solo delle Istituzioni, ma anche dei castanicoltori del nostro Appennino, la lotta biologica alla vespa cinese è in continua espansione, con la speranza che il trend prosegua positivamente anche nei prossimi anni per poter salvaguardare il patrimonio castanicolo parmense, compresi alcuni esemplari di castagno secolari risalenti ai tempi di Maria Luigia che si trovano ancora in talune zone dell’Appennino.

rilascio-torymus.jpg

BOLLETTINO DI PRODUZIONE INTEGRATA E BIOLOGICA

Bollettini provinciali di produzione integrata e biologica 2018

Richiesta Online Bollettino di Produzione Integrata e Biologica

Cancellazione mail Bollettino di Produzione integrata

ARCHIVIO STORICO >